Un “Ponte” tra infanzia e adolescenza nei doposcuola di Camelot

Come sarà la nuova scuola? E il doposcuola? Riuscirò a trovare degli amici? Mi daranno tanti compiti? Cosa dovrò studiare? Come si svolge il pomeriggio alla scuola secondaria?

Il passaggio dalla scuola primaria a quella secondaria di 1° grado, è un momento molto importante, ricco di nuove esperienze e fondamentale nella vita di ciascun bambino e bambina, che, nell’arco dei tre anni, diventerà un adolescente.
Camelot propone a tutti i bambini frequentanti il doposcuola Tumiati nell’a.s 15/16 il progetto Ponte, al fine di favorire il cambiamento dalla scuola primaria a quella secondaria. Si tratta di una serie di incontri tra i bambini e le bambine della classe 5° del doposcuola Tumiati, e i ragazzini e le ragazzine del doposcuola Bonati, dell’Istituto Comprensivo Giorgio Perlasca.

Nato lo scorso anno, il progetto Ponte, ha l’obiettivo di rendere meno traumatico e più consapevole il passaggio da una realtà all’altra. I ragazzi e le ragazze più grandi verranno responsabilizzati e valorizzati nel ruolo di tutor, accoglieranno i più piccoli nella futura scuola e li accompagneranno, superviosionati dagli educatori, alla scoperta della nuova realtà scolastica ed extrascolastica.

La prima giornata di incontro sarà venerdì 26 febbraio alle 15,00 presso la scuola Bonati di Via Poletti 65, con la visione di un cortometraggio e lo svolgimento dei compiti. Le altre date del progetto Ponte saranno il 18 marzo, quando grandi e piccoli si troveranno per fare i compiti e partecipare insieme ad un laboratorio artistico; il 15 aprile per un gioco all’aperto confidando nella bella stagione e poi gli immancabili compiti; e il 13 e 27 maggio per i compiti e infine merenda tutti insieme all’aperto.

A termine del percorso, i bambini e le bambine del doposcuola Tumiati avranno raggiunto maggiore consapevolezza e conosciuto nuovi amici che presto ritroveranno; allo stesso tempo, i ragazzini del Doposcuola Bonati avranno maturato la responsabilità che comporta l’essere più grandi e l’importanza dell’esperienza che hanno acquisito a scuola.
Entrambi si sentiranno protagonisti delle realtà che vivono nella quotidianità e nel prossimo futuro, informati sui dettagli della possibile nuova realtà scolastica e, allo stesso tempo, vivranno un percorso di crescita accompagnati dagli educatori della cooperativa Camelot.