Portomaggiore: ritornano i Cafè Alzheimer

A Portomaggiore sono ricominciati i Cafè Alzheimer, gli incontri rivolti alle persone con disturbi cognitivi ed ai loro familiari, nei territori di Argenta, Portomaggiore e Ostellato. Il progetto propone attività ideate e condotte da un’equipe multidisciplinare di professionisti.

“Ri-troviamoci al Cafè”, attivo dal 2010, è coordinato dalla cooperativa Camelot su mandato dell’Azienda Servizi alla Persona “Eppi – Manica Salvatori”, nell’ambito del Progetto Regionale Demenze, in collaborazione col “Centro disturbi cognitivi e demenze” dell’Azienda USL di Portomaggiore.

Nonostante dall’Alzheimer non si riesca a guarire, le famiglie possono trovare in questo spazio un’occasione di scambio, conforto e sollievo.
Il contesto in cui si svolge il progetto è accogliente, informale e atto a garantire la sicurezza psicologica ed emotiva dei partecipanti.
“Ri-troviamoci al Cafè” propone attività come stimolazione cognitiva, terapia occupazionale e socializzazione, dirette da una psicologa e da un animatore sociale.
Per i familiari sono poi previsti incontri, condotti da una psicoterapeuta, di formazione-informazione sulla malattia e spazi di riflessione attraverso l’intervento di esperti come avvocati, assistenti sociali, fisioterapisti, geriatri, infermieri.

Dopo la pausa estiva, gli incontri sono ripresi a fine settembre e si terranno, con cadenza quindicinale, il giovedì dalle 14:30 alle 17:30, presso la sede del centro sociale “Le Contrade” in via Carducci 11 a Portomaggiore. I prossimi incontri in programma sono il 6 e il 20 ottobre.

Per informazioni sulla modalità di partecipazione, si può contattare il Servizio Sociale Territoriale alla mail serviziosociale@aspems.it o al numero 0532 858678. Oppure Elias Becciu, coordinatore del progetto “Ri-troviamoci al Cafè”, alla mail eliasbecciu@coopcamelot.org o al numero 3703380505.