Porte aperte al teatro tra le case – video

Nell’ambito del processo partecipato Porte A.per.Te che il Comune di Ferrara sta portando avanti assieme alla cooperativa di abitanti Il Castello, alla cooperativa Camelot e al Teatro Nucleo, è nato un progetto di “Teatro tra le case”, per gli abitanti di via Medini e del quartiere Doro.

“Questo – racconta Natasha Czertok, attrice e regista del Teatro Nucleo che assieme a Greta Marzano cura gli incontri – l’ho sempre vissuto come un luogo più da attraversare che da vivere, non ci sono esercizi commerciali, né locali, è una zona di Ferrara misteriosa, un labirinto. Le persone sono nascoste ma quando si propongono loro delle cose, escono, sono curiose, per questo il percorso di community lab è particolarmente azzeccato, non si vogliono risolvere problemi, ma socializzarli, far emergere anche quelli che non si vedono”.

Portando il teatro tra le case, si vuole provare a ricostruire la memoria del quartiere attraverso i racconti degli abitanti, ma anche riportare quella condivisione dello spazio e del tempo che in passato era più presente.

“Ci interessa lavorare sulla comunità – prosegue Czertok – su quello che era molto forte trent’anni fa e che adesso si è perso. Le persone vivono questa nostalgia di un’epoca in cui tutto era più convissuto e partecipato: le famiglie si frequentavano spesso, i bambini giocavano negli spazi comuni. Poi questo ha iniziato a scomparire, e c’è una malinconia diffusa in rapporto a questa perdita. Credo valga la pena di lavorare su questo aspetto di socialità, e riattivarlo”.

“Nel 2013, quando sono venuto qui per la prima riunione del percorso, mi sono perso – ammette Tommaso Gradi, dell’Ufficio salute e progettualità sociale del Comune di Ferrara – ho girato mezz’ora per trovare la biblioteca, è un luogo che tende ad essere dispersivo. Poi c’è stata la camminata di quartiere, il primo momento che ha dato l’idea che qualcosa di importante stesse cominciando”.

“Questo è un posto bello, ma a volte deserto – dice Irina Damian, operatrice della Cooperativa Camelot che gestisce lo sportello di vicinato e che ha anche scelto di trasferirsi a vivere nel quartiere – speriamo che si aprano tante porte all’interno dei condomini”.

Il primo incontro è stato lo scorso 11 giugno (guarda il video), e il prossimo sarà l’8 luglio alle 18 in via Panetti 6 (entrata via Medini), quartiere Doro, Ferrara.

Altri incontri sono poi in via definizione. Per avere informazioni aggiornate, si può consultare la pagina Facebook di Porte A.per.Te.

©2017 cooperativa sociale CAMELOT
Sede legale e amministrativa via Vasco Zappaterra 18, 44122, Ferrara
Telefono 0532 202945 - Fax 0532 208992 - Mail info@coopcamelot.org - coopcamelot@pec.it
CF/P. IVA 01473160388 - Numero di iscrizione all'Albo delle Cooperative A117379