La Cooperativa

Camelot è una Cooperativa Sociale di tipo A (gestione di servizi educativi, di accoglienza, protezione e integrazione, formativi e socio assistenziali) e B (inserimento lavorativo di persone svantaggiate) che si impegna ad affiancare gli enti locali nella rigenerazione dei territori, nella costruzione delle comunità e nella valorizzazione delle persone che le compongono.

Camelot nasce nel 1999 a Ferrara, territorio in cui è storicamente radicata e dove si trova la sede principale. Attraverso le professionalità acquisite, abbiamo ampliato il nostro ambito di attività nella provincia di Bologna e nel territorio di Ravenna.

Oggi la cooperativa conta circa 350 persone impiegate tra Soci lavoratori e Lavoratori dipendenti, che lavorano con impegno per fornire servizi sulle principali aree di attività:
Accoglienza e Integrazione per richiedenti asilo e i rifugiati
Servizi Educativi
Servizi Socio Assistenziali
Mediazione Sociale
Inclusione e lavoro di persone svantaggiate

Camelot è presieduta da Patrizia Bertelli, eletta dai Soci nell’Assemblea del 28 maggio 2016. L’amministratore delegato è Carlo De Los Rios, la vice presidente è Manuela Bonora.

Il Consiglio d’Amministrazione è composto da:

> Patrizia Bertelli (presidente)
> Manuela Bonora (vice presidente)
> Carlo De Los Rios (amministratore delegato)
> Elisa Bratti
> Valentina Bellotti
> Lindita Çaka
> Francesco Camisotti
> Simona Centonze
> Eris Gianella
> Osama Murshed
> Borana Osmani
> Matteo Sacchi

LA NOSTRA STORIA

2017 – Dal primo dicembre è effettiva la fusione per incorporazione della cooperativa sociale Persone in Movimento. Entriamo a far parte come partner di ComeTe, rete interregionale di servizi per la cura e il benessere della famiglia. Il progetto Vesta per l’accoglienza di rifugiati in famiglia viene attivato per il territorio di Ferrara. Vengono approvati i progetti europei “Salus Space” e “In the footsteps of a migrant” che ci vedono come partner.

2016 – A Bologna attiviamo il progetto di social innovation Vesta, la piattaforma web che offre ai cittadini la possibilità di ospitare i rifugiati in famiglia.
Insieme alla cooperativa Persone In Movimento iniziamo l’attività sul territorio di Ravenna con l’apertura dell’Hub diffuso per l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati di cui è titolare ANCI Emilia – Romagna.

2015 – Siamo coordinatori del primo Hub regionale di accoglienza per minori stranieri non accompagnati finanziato dal FAMI (Fondo Asilo Migrazione Integrazione). A Imola inizia la gestione del Centro di Accoglienza Straordinaria La Pascola. Si struttura l’area socio sanitaria che riunisce le attività psicosociali a supporto di patologie croniche degenerative (Musicoterapia Parkinson e Cafè Alzheimer‎), il Centro Diurno il Melo e i servizi per i caregiver.

2014 – Aprono gli uffici di Bologna per gestire l’attività SPRAR con i minori stranieri non accompagnati di Bologna e il progetto di mediazione e riqualificazione sociale urbana Pilastro2016. A Ferrara inizia la gestione del primo Centro di Accoglienza Straordinaria del progetto «Mare Nostrum».

2011 – Inizia l’attività di progettazione europea e la cooperativa vince il primo bando FEI (Fondo Europeo Integrazione) per la mediazione sociale e il dialogo interculturale. Inizia le gestione di Casa Slavich, il primo progetto SPRAR per beneficiari portatori di disagio mentale di Ferrara. A Camelot viene affidata la gestione del progetto «Emergenza Nord Africa».

2010 – Con la fusione per incorporazione della cooperativa Progetto Verde, Camelot inizia il servizio di inserimento lavorativo di persone svantaggiate e a rischio marginalità.
Iniziano le attività di sostegno per bambini e ragazzi diversamente abili nei servizi scolastici e extrascolastici.

2009 – All’interno dei servizi extrascolastici iniziamo ad erogare servizi a supporto di bambini con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

2008 – Iniziamo a realizzare servizi per bambini di età 0-6 anni con la nascita del consorzio RES (Riunite Esperienze Sociali), di cui facciamo parte insieme alle cooperative della provincia di Ferrara che si occupano di servizi educativi per l’infanzia.

2006 – Primo progetto a Ferrara di accoglienza, protezione e integrazione per richiedenti asilo e rifugiati, inserito nella rete SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati).

2004 – Inizia la gestione del Centro di Mediazione del Comune di Ferrara con l’obiettivo di promuovere la coesione sociale tra gli abitanti.

2001 – Inizia la gestione del Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione di Ferrara e dei Comuni della provincia, con il coordinamento dell’Assessorato alla Salute e Politiche sociali del Comune di Ferrara.

1999 – Camelot nasce da ARCI, Arciragazzi e UISP di Ferrara offrendo servizi extrascolastici per bambini e ragazzi di età 6 -14 anni, servizi per anziani fragili e a rischio marginalità nel Centro Diurno sociale «Il Melo» e servizi di divulgazione scientifica con laboratori di astronomia.