“Giochi Senza Frontiere” per superare i confini

P70310-120617

Una giornata d’incontro, gioco e divertimento all’aperto: a Ferrara una sfida tra bandiere. In occasione della 38° edizione del Festival Vulandra, l’appuntamento per aquilonisti provenienti da tutto il mondo, Arci Emilia Romagna e Arci Ferrara, in collaborazione con UISP e Camelot, invitano la cittadinanza e le diverse realtà presenti nel territorio ferrarese a partecipare e assistere alla prima edizione di “Giochi Senza Frontiere”che si svolgerà domenica 23 aprile 2017, dalle 9.30 alle 13.30 al Parco Urbano “G. Bassani”.

Venerdì 10 marzo nella sala degli Arazzi della residenza municipale di Ferrara, c’è stata la presentazione della prima edizione di “Giochi Senza Frontiere”, evento ludico motorio a squadre di diversa nazionalità.
All’incontro sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, il presidente di Arci Ferrara Paolo Marcolini, gli operatori di Arci, e i presidenti di Camelot, Patrizia Bertelli e Uisp Ferrara, Enrico Balestra.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Ferrara, si rifà a Giochi Senza Frontiere, un programma televisivo che è stato, in Italia e in Europa, culturalmente significativo: mediante giochi divertenti e appassionanti, in un periodo di grande cambiamento, si faceva strada, grazie all’intrattenimento televisivo, un’idea più vasta di appartenenza; si giocava per la propria nazione interagendo con le altre.

Attraverso l’elemento ludico, si creava un clima di confronto sereno e conoscenza reciproca che ha contribuito alla nascita di un concetto di identità che sconfina i limiti geografici e politici, allo stesso modo la prima edizione di Giochi Senza Frontiere di Ferrara vuole attualizzare lo spirito del programma. Lo scopo della manifestazione è considerare i cittadini come appartenenti a una comunità più vasta, universale, pur conservando le proprie peculiarità.

Per questi valori di cui è portatrice e per la finalità di unire attraverso un momento di socialità condivisa, Camelot ha deciso di collaborare all’iniziativa, alla quale parteciperanno anche squadre di richiedenti e titolari di protezione inetrnazionale accolti nel progetti gestiti dalla cooperativa.
Aderire ai “Giochi Senza Frotniere” per Camelot significa anche dare seguito alla partecipazione a Vulandra, dove era presente già negli anni scorsi attraverso l’attività di volontariato di beneficiari ospitati in città.

Ogni squadra una casacca, ogni squadra una nazione, tutte congiunte in una mattinata di svago e divertimento. La speranza è che la nostra idea di Città si ampli, che si includano tutte le realtà del territorio, perché è fondamentale comprendere che una civiltà eterogenea è una civiltà sana. I cittadini interessati a partecipare dovranno formare una squadra, rappresentante una specifica nazione, ed iscriversi dal 5 Marzo al 2 Aprile, compilando il modulo on-line presente nel sito www.arciferrara.org, oppure mandando una mail a ufficiostampa@arciferrara.org, i giocatori dovranno avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni ed essere in buono stato di salute fisica. L’iscrizione è OBBLIGATORIA e GRATUITA.

I Giochi avranno inizio alle 9 di domenica 23 aprile, momento del ritrovo delle squadre, mentre alle 9.30 inizieranno le prove che avranno luogo durante tutta la mattinata, con le squadre che si alterneranno, affrontando circuiti e staffette; alle 13.30 verranno premiate con una cerimonia finale le prime tre squadre classificate.

La realizzazione dell’evento è stata possibile anche grazie al supporto di diversi enti locali: Vulandra, Cittadini Del Mondo, Osservatorio Altalena, Centro Donna Giustizia, UDI, CGIL, Ferrara che Accoglie.

PROGRAMMA DEI GIOCHI
Giochi senza frontiere si terrà domenica 23 Aprile 2017 al Parco Urbano di Ferrara.
I giochi avranno inizio alle ore 9:30 per terminare alle ore 13:30.
I partecipanti al torneo dovranno presentarsi alle ore 9:00 per la registrazione.
Il torneo si concluderà con la premiazione dei prime tre classificati.
L’ingresso ai giochi è libero ed è aperto a tutta la cittadinanza.

DESCRIZIONE DEI GIOCHI
Le postazioni presenti all’interno della giornata saranno:
– Toro meccanico: la gara consiste nel rimanere in sella al toro per il maggior tempo possibile. I componenti di ciascuna squadra effettuano un giro e ogni volta che un atleta cade dal toro deve essere immediatamente sostituito da un compagno. Vince chi utilizza meno giocatori.
– Staffetta sul gonfiabile: consisterà nel completare più giri possibili entro un tempo massimo.
– Staffetta sull’erba con ostacoli: La staffetta si basa sia sulla velocità dei componenti sia sulla loro coordinazione nel passaggio del testimone. Ciascun corridore deve passare il testimone al successivo entro una zona delimitata della pista.
– Corsa dei sacchi: ogni squadra avrà a disposizione un sacco fornito dall’organizzazione e dovrà saltare all’interno di esso in un circuito predisposto. Alla partenza il concorrente dovrà aspettare il cambio fuori dal sacco. La corsa si svolgerà con il partecipante all’interno del sacco con entrambi i piedi e tenendo il sacco all’altezza della vita.
– Corsa con la carriola: ogni squadra sceglierà due componenti da far giocare in coppia, il percorso sarà di 30 metri complessivi, arrivati alla metà del percorso i giocatori si scambieranno i ruoli.
Vincerà la squadra che impiegherà il minor tempo a completare il percorso.

SQUADRE
Le squadre saranno composte da cinque giocatori tra uomini e donne, ogni squadra partecipante rappresenterà una nazione diversa.

I giocatori dovranno avere un’età tra i 18 ed i 35 anni ed essere in buono stato di salute.

Ogni squadra avrà un proprio nome, colore e simbolo identificativo (bandiera) che
rimarranno rappresentativi per tutta la durata dei giochi; gli stessi non dovranno presentare nessun tipo di riferimento politico o religioso.
A tutti i partecipanti sarà consegnato un attestato di partecipazione e uno spuntino di metà mattinata.

ORGANIZZAZIONE DELLE SQUADRE
Ogni squadra dovrà nominare un capitano che sarà anche il responsabile e il referente della squadra stessa. Le squadre avranno il nome della nazione d’appartenenza.
I partecipanti dovranno presentarsi in abbigliamento comodo, ogni squadra sceglierà un colore identificativo e tutti i componenti si presenteranno con la maglietta di quel colore.

GIUDICI DI GARA
I giochi saranno diretti e giudicati da 2 giudici per postazione ed un cronometrista; le loro decisioni saranno insindacabili ed inappellabili. I giudici potranno applicare penalità a carico delle squadre a seconda delle irregolarità e del comportamento durante la manifestazione.

REGOLE DEI GIOCHI
Alcuni giochi prevedono delle penalità in termini di tempo e/o quantità che verranno applicate al termine del gioco e ne potranno, eventualmente, modificare l’ordine di arrivo.

REGOLE DI CONDOTTA
Tutti i partecipanti sono tenuti a tenere un comportamento diligente e sportivo, nel pieno rispetto delle regole, degli avversari, degli organizzatori e dei luoghi nei quali si svolgono i giochi.

RITIRO DAI GIOCHI e SQUALIFICA
Se durante un gioco una squadra si ritira volontariamente, al termine del gioco stesso non riceverà alcun punteggio. Il non regolare svolgimento del gioco determinerà l’esclusione della squadra dallo stesso e comporterà una penalità nel punteggio della classifica generale.
Se una squadra viene squalificata dagli arbitri per gravi irregolarità o comportamenti scorretti e sleali, sarà posta all’ultimo posto in classifica.

Per ulteriori informazioni contattare Arci Ferrara: tel 0532 241419, email ufficiostampa@arciferrara.org, sito internet: www.arciferrara.org

P70310-120753

giochi-senza_frontiere