Alla ludoteca di Vigarano passa la paura

Ogni occasione è buona per fare festa alla ludoteca “La tana per noi” di Vigarano Mainarda, gestita da Camelot per il Comune, e frequentata da tanti bambini e genitori.

“Ci siamo trasferiti dalla Sicilia, qui non abbiamo parenti, Valentina e Sergio sono come una famiglia per mio figlio”, dice Marianna, mamma di Roberto.

La ludoteca “La tana per noi”, gestita dalla Cooperativa Camelot per il Comune di Vigarano Mainarda, è quasi una seconda casa per i bimbi del territorio da 1 a 11 anni.

Valentina Sambati e Sergio Del Vecchio sono i due educatori che ogni martedì e giovedì dalle 16 alle 19, e il sabato dalle 15,30 alle 18,30, accolgono dai 15 ai 35 bambini. E pensare che all’inizio si contavano sulle dita di una mano, poi, grazie al passaparola e al rapporto di fiducia instaurato con le famiglie, oggi sono davvero tanti.

“Questo non è solo un posto dove si vengono a prendere in prestito libri e giochi o si lasciano i bimbi, ma uno spazio pensato per intrattenereli, favorire le amicizie e gli scambi, sia tra i piccoli che tra i loro genitori”.

Mentre lo racconta, Valentina ha ancora in testa il cappello da strega perché è appena finita la festa di Halloween.

“Abbiamo fatto un pentolone e lo abbiamo riempito di biscotti bagnati con colorante alimentare rosso, facendo finta che fosse la strega cattiva fatta a pezzettini!”.

Un po’ truculento, viene da pensare. Invece i bambini si sono divertiti tantissimo, e hanno esorcizzato assieme la paura e il disgusto.

Sergio ha ancora la faccia bianca da zombie, mentre si fa aiutare dai bimbi a mettere a posto i giochi: perché dopo averli usati, vanno messi in ordine!

Intanto i genitori che sono venuti a prenderli, chiacchierano e si raccontano cosa faranno la sera, anche per loro è un’occasione per incontrarsi e stare assieme.

Nella ludoteca, ci sono vari ambienti. C’è lo spazio morbido per i piccolissimi, con tappeti, pelouches e giocattoli, c’è il laboratorio con il tavolo per disegnare e i colori, e poi c’è la sala con i giochi in scatola e i libri. Ogni età e ogni attività ha la sua dimensione.

“Facciamo laboratori di manipolazione, pittura su carta, vetro e cartapesta, e costruiamo con materiali di riciclo. Ora ci dedicheremo all’albero fatto con bottiglie di plastica, che poi verrà esposto nella biblioteca comunale, durante un giorno di festa in cui ci sarà anche un aiutante di Babbo Natale che verrà a ritirare le letterine dei bambini”.

Raccolti gli ultimi pipistrelli finti e le ultime zucche di carta, Valentina e Sergio spengono la luce e si chiudono la porta alle spalle, e già pensano a quali saranno i prossimi addobbi con cui decorare la ludoteca…per scoprire quali saranno, bisognerà venire in questo incantevole paese dei balocchi, in via Argine Reno 79.

La tana per noi è anche su Facebook [clicca qui].