A Cento continuano i pomeriggi a sostegno delle fragilità

Gruppi di sostegno emotivo rivolti a familiari di persone affette da patologie di tipo cronico degenerativo, da disabilità e ad assistenti familiari.

Il Servizio per l’Integrazione Socio Sanitaria, gestito per conto dei Comuni del Distretto Ovest dalle Cooperative Camelot, Cidas e Open Group, da quest’anno ha attivato, presso la sede di via IV Novembre 11/B a Cento, dei cicli di incontri in cui protagoniste sono le emozioni e le persone che hanno accettato di condividerle. Momenti in cui è possibile essere accompagnati, supportati e trovare un tempo per l’ascolto di sé stessi e degli altri.

Tre i gruppi di caregiver che si sono costituiti.

Il primo gruppo, nato a giugno 2015, è rivolto a familiari di persone affette da patologie cronico degenerative, ed ha preso il via anche grazie all’importante contributo di una caregiver residente nel territorio comunale centese.

Si rivolge invece a genitori di persone disabili il gruppo avviato nel mese di settembre 2015, e giunto oggi al terzo appuntamento, registrando fin da subito un significativo numero di partecipanti.

Conclusa, infine, ad ottobre 2015, l’esperienza del gruppo rivolto alle assistenti familiari, realizzata il sabato pomeriggio durante l’estate, con l’obiettivo di promuovere il riconoscimento della propria identità e la crescita individuale, oltre che di gruppo. L’intento, in quest’ultimo caso, è quello di allontanarsi da una cornice formativa, per approfondire aspetti legati al sé.

L’importanza di questi gruppi, è quella di andare incontro alle esigenze di tipologie diverse di persone, e di dare una risposta all’invisibilità che contraddistingue la popolazione fragile. Inoltre non sono azioni sporadiche, ma si inseriscono in un più ampio sistema, strutturato nel corso del primo anno di attività del Servizio per l’Integrazione Socio Sanitaria.

Gli incontri, a cadenza mensile, sono condotti dalla psicologa Alice Bragagni a cui si affiancano nella co-conduzione – a seconda della tipologia di gruppo – Ilaria Bovina, Anila Laboviti e Federica Gazzoli.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Servizio al numero 051 412 1739, oppure via e-mail all’indirizzo fragilita@comune.cento.fe.it.

assistenti familiari